LA PSICO SI FA INSIEME!

  interventi psicomotori preventivi da 2 a 5 anni

 

 

 Avete qualche preoccupazione sul vostro cucciolo? 

Una difficoltà si può affrontare con serenità,

attraverso sedute di osservazione e gioco condiviso.

 

L’OSSERVAZIONE PSICOMOTORIA NELLA PRIMA INFANZIA 

è facilitata dalla presenza dei genitori

Il coinvolgimento diretto di mamma e papà sostiene l’attivazione delle risorse del bambino.

 

Un ciclo di OSSERVAZIONE IN GIOCO è composto da 5 incontri:  

                  

1 colloquio iniziale con i genitori,

un percorso di osservazione di 3 incontri di gioco che coinvolgono mamma e papà,

1 restituzione finale con i genitori, per fornire un analisi dei potenziali evolutivi del bambino.

 

 

 

IO SONO CAPACE!     

 

Percorsi di supporto allo sviluppo           

      

            I motivi di un ritardo sono differenti

                è importante comprenderlo

 per trovare il sentiero adatto per ogni bambino

 

 

INTERVENTI PROPOSTI

                                                                                                 

A - Rilevazione delle difficoltà psicomotorie e cognitive

B - Analisi dei potenziali individuali di sviluppo 

C - Analisi delle problematiche relazionali ed educative

D - Analisi delle difficoltà didattiche

E - Consulenza ai genitori e agli insegnanti

  

 

PERCORSO INDIVIDUALE

DI SUPPORTO ALLO SVILUPPO

 

                                                                       

 

1) Primo colloquio approfondito con i genitori si analizzano le difficoltà del bambino o della bambina.

2) Percorso di osservazione del bambino/a per l'analisi dei potenziali di sviluppo.

3) Viene quindi proposto ai genitori il progetto personale di lavoro, che può spaziare nelle seguenti aree di intervento:

-  un percorso psicomotorio individuale centrato su gioco senso motorio, gioco simbolico e gioco costruttivo

-  un lavoro di gioco manipolatorio e costruttivo, valorizzante i processi cognitivi e l'interazione verbale.  

-  un lavoro grafico  finalizzato alla capacità di rappresentare e simbolizzare l'esperienza.

4) Il percorso è accompagnato da incontri periodici con i genitori, per sostenere il processo evolutivo del bambino

e valorizzare le conquiste che gradualmente realizza.

  

 

APPROCCIO DIDATTICO:

                                                         

 

L'approccio pedagogico e didattico è basato sulla VALORIZZAZIONE DELL'ESPERIENZA DIRETTA DEL BAMBINO

E DELLE SUE POTENZIALITA' DI SVILUPPO.

Per l'AREA LOGICO MATEMATICA viene applicato un METODO ATTIVO, basato sull'esperienza concreta nello

spazio, la manipolazione degli oggetti, la rappresentazione dei processi operatori, l'uso di strumenti didattici consueti.  

Il lavoro vede l'integrazione tra l'APPROCCIO PSICOMOTORIO e il METODO ANALOGICO, di Camillo Bortolato

sperimentato da diversi anni all'interno dell'attività didattica svolta in ambito scolastico .

 

 

 

VUOI GIOCARE CON ME?

 Percorsi psicomotori personalizzati

 per i bambini e le bambine dai 4 agli 8 anni

 

per il potenziamento dello sviluppo psicomotorio individuale 

per il supporto all’evoluzione personale e relazionale

per lo sviluppo e il potenziamento dell’azione ludica

per lo sviluppo del linguaggio e dell'interazione

per il supporto ai processi di simbolizzazione e rappresentazione

  

 

 

MODALITA' D'INTERVENTO

 

1) L'intervento parte dal COLLOQUIO INIZIALE CON I GENITORI,                                                                                  per accogliere la domanda ed approfondire la storia del bambino o della bambina.

2) Si procede quindi all'OSSERVAZIONE con 3/4 incontri di gioco, in base alle necessità del bambino.

3) Alla fine dell'osservazione, nel colloquio di restituzione con i genitori, viene proposto il PROGETTO DI LAVORO, ipotizzando un  primo periodo di intervento di due /tre mesi in modo da poter valutare la risposta del bambino e concordare la durata complessiva del percorso. 

4) L'intervento si basa su una FORTE VALORIZZAZIONE DELLA FAMIGLIA, che viene costantemente aggiornata sull'evoluzione del percorso in atto, attraverso incontri periodici  atti ad accompagnare l'evoluzione del bambino e dei genitori,  all'interno di un cammino che  coinvolge tutta la famiglia. 

5) Con i bambini più piccoli è possibile ed auspicabile un intervento che comprenda la COINVOLGIMENTO DIRETTO DEI GENITORI all'interno della sala psicomotoria, con o senza una partecipazione diretta nel gioco, in modo da renderli partecipi del processo evolutivo in atto.

6) Vi è piena disponibilità verso la COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA e CON I SERVIZI che operano con la famiglia, nel rispetto dei reciproci ruoli e in una logica di intervento integrato.  

7) Quanto svolto è diretto al potenziamento delle abilità psicomotorie, comunicative ed espressive del bambino o della bambina in una VISIONE INTEGRATA DELLO SVILUPPO, che coinvolga sinergicamente le varie componenti dell'esperienza personale e sociale.